Cellule staminali: cosa sono, a cosa servono, che cosa si dice di loro

Cosa sono

Le cellule staminali sono cellule primitive non specializzate dotate della singolare capacità di trasformarsi in qualunque altro tipo di cellula del corpo. (Fonte: Wikipedia)

Esse si classificano secondo la provenienza, come adulte o embrionali.

  • Le cellule staminali adulte sono cellule non specializzate reperibili tra cellule specializzate di un tessuto specifico e sono in grado di dare origine solo ad alcuni tipi di cellule. Queste sono tuttora già utilizzate in cure per oltre cento malattie e patologie. Sono dette più propriamente somatiche, perché non provengono necessariamente da adulti ma anche da bambini o cordoni ombelicali.
  • Le cellule staminali embrionali sono ottenute a mezzo di coltura, ricavate dalle cellule interne di una blastocisti che è l’embrione nei primissimi stadi di sviluppo. La ricerca sulle cellule staminali embrionali è ancora ai primi stadi: fare ricerca con cellule umane di questo tipo è una questione controversa: l’utilizzo di cellule staminali embrionali ha sollevato un grosso dibattito di carattere etico. Difatti per poter ottenere una linea cellulare (o stirpe, o discendenza) di queste cellule si rende necessaria la distruzione di una blastocisti, un embrione non ancora cresciuto sopra le 150 cellule. (Fonte: Wikipedia)
  • A cosa servono

    Molti ricercatori sostengono che le cellule staminali potranno potenzialmente rivoluzionare la medicina, permettendo ai medici di riparare specifici tessuti o di riprodurre organi. (Fonte: Wikipedia)

    La possibilità di controllare lo spettacolare potere delle cellule staminali embrionali, allo scopo di curare vari tipi di malattie, entusiasma gli studiosi. Per esempio, il morbo di Parkinson e l’Alzheimer sono il risultato di lesioni in gruppi determinati di cellule cerebrali. Con la realizzazione di un trapianto di cellule staminali derivate da un embrione alla parte del cervello colpita, gli scienziati sperano di sostituire la parte di tessuto cerebrale danneggiata.

    In un futuro prossimo, la ricerca sulle cellule staminali potrà rivoluzionare il modo di curare tante altre "malattie mortali" come l’ictus, il diabete, le malattie cardiache e, addirittura, le paralisi.

    Gli atteggiamenti verso l’uso di cellule staminali a fini di ricerca o di cure mediche variano da un Paese all’altro. In Germania, per esempio, l’estrazione di cellule staminali da un embrione umano è considerata illegale.

    In Gran Bretagna, invece, è perfettamente legale, ma le leggi in materia sono rigorose: gli scienziati britannici possono utilizzare embrioni umani a fini di ricerca fino a quattordici giorni dopo la fecondazione dell’ovulo. In questo momento, l’embrione è un insieme di cellule, grande più o meno come un quarto della testa di uno spillo (0,2 mm).  (Fonte: Bionet)

    Che cosa si dice di loro

    Riporto un’intervista a Silvia Garagna, biologa dell’Università di Pavia, pubblicata dall’ottimo magazine settimanale di scienza di Radio Fragola, Che fine ha fatto Sedna?, che spiega l’utilizzo delle cellule staminali in campo biomedico.

    Riporto, inoltre, sempre dal medesimo podcast, l’intervista al filosofo della scienza Armando Massarenti sul dibattito etico che coinvolge le cellule staminali e sui recenti sviluppi che vedono gli Stati Uniti d’America di Obama manifestare una decisa apertura in favore della ricerca pubblica, contrariamente alla precedente Amministrazione.

    Dunque, ancora una volta in Italia si registra un pericoloso arretramento su un campo di ricerca molto promettente, ancora occasioni sprecate e treni persi. Come in un film già visto chi ne ha le possibilità potrà sottoporsi alle cure più efficaci ed avanzate all’estero e per tutti gli altri,  si sa … ci sarà sempre la Provvidenza!

     

Alcune regole per una sana alimentazione…tutte da ascoltare

Un podcast realizzato con la classe 2B, sulle linee guida per una sana e corretta alimentazione pubblicate dall’INRAN.

   

                        Alimentazione, salute e benessere   –  L’introduzione –  By la prof

                        L’acqua – Bevi ogni giorno acqua in abbondanza  –  By Chiara S. e Giada G.

                        La conservazione – La sicurezza dei tuoi cibi dipende anche da te –  By Veronica P.  

                        Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti – By Chiara F. e Carlotta M.

                        Controlla il peso e mantieniti sempre attivo – By Sara C. e Francesca P.